Home page - Sito web ufficiale

DIRETTORE
Dott.ssa Grazia PISTONE
E-Mail: grazia.pistone@beniculturali.it 

      Giornate Europee del Patrimonio 2020                         

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2020 l'Archivio di Stato di Enna aderisce all'evento con una apertura straordinaria nella giornata di sabato 26 settembre, dalle 9.00 alle 13.00, durante la quale sarà inaugurata una mostra documentaria dedicata al mondo della scuola e dell’educazione giovanile dal titolo:

 

«”Istruzione per la vita”: Educazione e Scuola tra XIX e XX secolo nelle carte d’Archivio».

 

Lungo il percorso espositivo, attraverso la documentazione tratta dai principali fondi archivistici, verranno illustrate alcune interessanti attività formative svolte a favore delle giovani generazioni dalle principali Istituzioni scolastiche, operanti nella città di Enna e nei centri della Provincia tra XIX e XX secolo. Inoltre sarà dato risalto al tema della ricostruzione degli edifici scolastici nel territorio ennese durante il Secondo dopoguerra, approfondendo in particolar modo il racconto delle problematiche e delle difficoltà incontrate, ma anche dell’impegno profuso dalle Istituzioni locali nell’affrontarle, talvolta con il sostegno e l’attiva partecipazione della cittadinanza.

La mostra resterà aperta al pubblico fino al 30/10/2020 con il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Nel rispetto della normativa vigente e dei Protocolli di sicurezza, gli ingressi saranno contingentati. È obbligatorio l’uso dei dispositivi di protezione individuali.

La prenotazione è facoltativa.

 

       

                              Avvisi

Comunicazione all’utenza

Riapertura della Sala di Studio dell’Archivio di Stato di Enna

Modalità di accesso e consultazione

Si informa l’utenza che a partire dal 13 luglio 2020 la Sala di Studio osserva il seguente orario:

lunedì e mercoledì: 8,15 – 13,45

martedì e giovedì: 8,15 – 17,30

venerdì: 8,15 – 13,45 (solo ricerche per uso amministrativo)

Nel rispetto dei Protocolli di sicurezza e a garanzia della salute del personale e dell’utenza l’ingresso degli utenti è contingentato: sono ammessi due utenti al giorno esclusivamente su prenotazione, da effettuare per telefono (0935/37347) o tramite e-mail (as-en@beniculturali.it) due giorni prima rispetto alla data prescelta.

Per le visure catastali e il rilascio di documentazione per uso amministrativo (copie conformi di atti, successioni) la prenotazione è obbligatoria e va effettuata entro le ore 12:00 del lunedì di ogni settimana, per telefono o per email.

Gli utenti potranno accedere in Istituto solo se dotati di dispositivi di protezione individuali: è fatto obbligo di indossare la mascherina prima di accedere e durante tutto il tempo di permanenza all’interno dell’Istituto e occorre essere provvisti di guanti.

Il materiale di cancelleria (penne, matite e fogli) deve essere portato direttamente dagli studiosi e non potrà essere chiesto in prestito agli addetti della Sala di studio o ad altro utente presente.

Ciascun studioso può richiedere fino a n. 3 unità di conservazione al giorno e consultare un solo pezzo alla volta. Terminata la consultazione l’unità sarà imbustata e sarà posta in isolamento per la decontaminazione per 7 giorni, trascorsi i quali potrà essere riammessa alla consultazione da parte di altro utente.

Si invita l’utenza a prendere visione del Vademecum di comportamento, in cui sono contenute le modalità di accesso e di consultazione, e di attenersi scrupolosamente alle misure adottate per la salute e la sicurezza di tutti.

Si ringrazia per la collaborazione.

 

PER INFORMAZIONI

Tel. 0935 – 37347

Email: as-en@beniculturali.it


Vademecum di comportamento per gli utenti della Sala di Studio nel corso dell’emergenza sanitaria COVID-19

 

La Sala di Studio dell’Archivio di Stato di Enna, a partire dal 13 luglio 2020, osserva il seguente orario:

 

lunedì e mercoledì: 8,15 – 13,45

martedì e giovedì: 8,15 – 17,30

venerdì: 8,15 – 13,45 (solo ricerche per uso amministrativo)

 

  1. L’accesso in Sala di Studio è contingentato: sono ammessi due utenti al giorno esclusivamente su prenotazione, da effettuare per telefono (0935/37347) o tramite e-mail (as-en@beniculturali.it) due giorni prima rispetto alla data prescelta. Nel testo della mail (oggetto: prenotazione per accesso in sala di studio) deve essere specificato il giorno, l’oggetto della ricerca e la documentazione da consultare. L’utente deve, inoltre, attendere l’autorizzazione alla consultazione, con indicazione del giorno stabilito, resa attraverso e-mail di conferma o di proposta di una data alternativa rispetto a quella indicata.
  2. Per le visure catastali e il rilascio di documentazione per uso amministrativo (copie conformi di atti, successioni) la prenotazione è obbligatoria e va effettuata entro le ore 12:00 del lunedì di ogni settimana, per telefono o per email. Effettuata la ricerca sarà comunicato all’utente l’esito e la data (solo il venerdì per un numero massimo di due utenti) in cui sarà disponibile la documentazione da consultare o quando potrà essere rilasciata la copia conforme.
  3. 3.     Gli utenti potranno accedere in Istituto solo se dotati di dispositivi di protezione individuali: è fatto obbligo di indossare la mascherina prima di accedere e durante tutto il tempo di permanenza all’interno dell’Istituto e occorre essere provvisti di guanti. Non sarà consentito l'accesso a coloro che dovessero manifestare sintomi influenzali o parainfluenzali evidenti (es: raffreddore e tosse).
  4. Dopo aver igienizzato le mani con l’apposito gel disinfettante, disponibile all’ingresso e in Sala di Studio, l’utente compilerà in ogni sua parte e consegnerà il modulo di autocertificazione, nella quale dichiarerà il proprio stato di salute e di non essere sottoposto a misure di quarantena.
  5. Ammesso in Sala di Studio, indossando i guanti e la mascherina, lo studioso potrà effettuare le consuete operazioni di firma sul registro giornaliero delle presenze, di compilazione della modulistica e delle richieste del materiale archivistico.
  6. Ogni utente può richiedere fino a n. 3 unità di conservazione al giorno e consultare un solo pezzo alla volta. Il materiale dato in consultazione potrà essere lasciato in deposito temporaneo e in pre-quarantena per restare nella disponibilità dello stesso studioso per i giorni successivi (due all’interno della stessa settimana), nel rispetto delle Linee guida emanate dall’ICPAL. Terminata la

 

consultazione l’unità sarà imbustata e sarà posta in isolamento per la decontaminazione per 7 giorni, trascorsi i quali potrà essere riammessa alla consultazione da parte di altro utente. Anche gli strumenti di ricerca cartacei sono soggetti alla medesima procedura; al termine della loro consultazione verranno imbustati e collocati nella sala di contenimento e saranno inibiti alla consultazione per 7 giorni.

  1. Il materiale di cancelleria (penne, matite e fogli) deve essere portato direttamente dagli studiosi e non potrà essere chiesto in prestito agli addetti della Sala di studio o ad altro utente presente. Inoltre è fatto divieto di spostarsi dalla postazione che viene assegnata nel rispetto delle regole di distanziamento.
  2. Durante la consultazione e la permanenza nella Sala di Studio e negli spazi comuni dell’Archivio l’utente deve rispettare le norme igienico-sanitarie e le misure di sicurezza indicate nella normativa, osservare il distanziamento fisico, provvedere alla frequente igienizzazione delle mani e adoperare i servizi igienici dedicati, mantenendo l’uso della mascherina. I guanti e le mascherine non più utilizzabili devono essere conferite nell’apposito contenitore a pedale posto all’ingresso.
  3. È escluso dalla consultazione il materiale bibliografico e non è disponibile, per il momento, la postazione informatica.
  4. È possibile la fotoriproduzione effettuata dai privati con mezzi propri senza scopo di lucro, previa compilazione dell’apposita modulistica, mentre è sospeso il servizio di fotocopie per uso studio dei pezzi consultati con i mezzi dell’ufficio.

 

 

                                                                                                                                  La Direzione

                                                                                                    

RIAPERTURA  DELLA SALA DI STUDIO ALL'UTENZA

Comunicazione all’utenza

Riapertura della Sala di Studio dell’Archivio di Stato di Enna

Modalità di accesso e consultazione

Si comunica all’utenza che l’Archivio di Stato di Enna riapre al pubblico il 29 giugno 2020, secondo modalità contingentata nel rispetto dei Protocolli di sicurezza e a garanzia della salute del personale e dell’utenza.

Sino a nuove disposizioni, la Sala di Studio osserva il seguente orario:

lunedì: 8,30 – 12,30

mercoledì: 8,30 – 12,30

venerdì: 8,30 – 12,00 (solo ricerche per uso amministrativo)

Sono ammessi due utenti al giorno esclusivamente su prenotazione, da effettuare per telefono (0935/37347) o tramite e-mail (as-en@beniculturali.it) due giorni prima rispetto alla data prescelta.

Per le visure catastali e il rilascio di documentazione per uso amministrativo (copie conformi di atti, successioni) la prenotazione è obbligatoria e va effettuata entro le ore 12:00 del lunedì di ogni settimana, per telefono o per email.

Gli utenti potranno accedere in Istituto solo se dotati di dispositivi di protezione individuali: è fatto obbligo di indossare la mascherina prima di accedere e durante tutto il tempo di permanenza all’interno dell’Istituto e occorre essere provvisti di guanti.

Il materiale di cancelleria (penne, matite e fogli) deve essere portato direttamente dagli studiosi e non potrà essere chiesto in prestito agli addetti della Sala di studio o ad altro utente presente.

Ciascun studioso può richiedere fino a n. 3 unità di conservazione al giorno e consultare un solo pezzo alla volta. Terminata la consultazione l’unità sarà imbustata e sarà posta in isolamento per la decontaminazione per 7 giorni, trascorsi i quali potrà essere riammessa alla consultazione da parte di altro utente.

Si invita l’utenza a prendere visione del Vademecum di comportamento, in cui sono contenute le modalità di accesso e di consultazione, e di attenersi scrupolosamente alle misure adottate per la salute e la sicurezza di tutti.

Si ringrazia per la collaborazione.

 

PER INFORMAZIONI

Tel. 0935 – 37347

Email: as-en@beniculturali.it


Vademecum di comportamento per gli utenti della Sala di Studio nel corso dell’emergenza sanitaria COVID-19

 

La Sala di Studio dell’Archivio di Stato di Enna, a partire dal 29 giugno 2020 e sino a nuove disposizioni, osserva il seguente orario:

 

lunedì: 8,30 – 12,30

mercoledì: 8,30 – 12,30

venerdì: 8,30 – 12,00 (solo ricerche per uso amministrativo)

 

  1. L’accesso in Sala di Studio è contingentato: sono ammessi due utenti al giorno esclusivamente su prenotazione, da effettuare per telefono (0935/37347) o tramite e-mail (as-en@beniculturali.it) due giorni prima rispetto alla data prescelta. Nel testo della mail (oggetto: prenotazione per accesso in sala di studio) deve essere specificato il giorno, l’oggetto della ricerca e la documentazione da consultare. L’utente deve, inoltre, attendere l’autorizzazione alla consultazione, con indicazione del giorno stabilito, resa attraverso e-mail di conferma o di proposta di una data alternativa rispetto a quella indicata.

  2. Per le visure catastali e il rilascio di documentazione per uso amministrativo (copie conformi di atti, successioni) la prenotazione è obbligatoria e va effettuata entro le ore 12:00 del lunedì di ogni settimana, per telefono o per email. Effettuata la ricerca sarà comunicato all’utente l’esito e la data (solo il venerdì per un numero massimo di due utenti) in cui sarà disponibile la documentazione da consultare o quando potrà essere rilasciata la copia conforme.

  3. Gli utenti potranno accedere in Istituto solo se dotati di dispositivi di protezione individuali: è fatto obbligo di indossare la mascherina prima di accedere e durante tutto il tempo di permanenza all’interno dell’Istituto e occorre essere provvisti di guanti. Non sarà consentito l'accesso a coloro che dovessero manifestare sintomi influenzali o parainfluenzali evidenti (es: raffreddore e tosse).

  4. Dopo aver igienizzato le mani con l’apposito gel disinfettante, disponibile all’ingresso e in Sala di Studio, l’utente compilerà in ogni sua parte e consegnerà il modulo di autocertificazione, nella quale dichiarerà il proprio stato di salute e di non essere sottoposto a misure di quarantena.

  5. Ammesso in Sala di Studio, indossando i guanti e la mascherina, lo studioso potrà effettuare le consuete operazioni di firma sul registro giornaliero delle presenze, di compilazione della modulistica e delle richieste del materiale archivistico.

  6. Ogni utente può richiedere fino a n. 3 unità di conservazione al giorno e consultare un solo pezzo alla volta. Il materiale dato in consultazione potrà essere lasciato in deposito temporaneo e in pre-quarantena per restare nella disponibilità dello stesso studioso per i giorni successivi (due all’interno della stessa settimana), nel rispetto delle Linee guida emanate dall’ICPAL. Terminata la

     

    consultazione l’unità sarà imbustata e sarà posta in isolamento per la decontaminazione per 7 giorni, trascorsi i quali potrà essere riammessa alla consultazione da parte di altro utente. Anche gli strumenti di ricerca cartacei sono soggetti alla medesima procedura; al termine della loro consultazione verranno imbustati e collocati nella sala di contenimento e saranno inibiti alla consultazione per 7 giorni.

  7. Il materiale di cancelleria (penne, matite e fogli) deve essere portato direttamente dagli studiosi e non potrà essere chiesto in prestito agli addetti della Sala di studio o ad altro utente presente. Inoltre è fatto divieto di spostarsi dalla postazione che viene assegnata nel rispetto delle regole di distanziamento.

  8. Durante la consultazione e la permanenza nella Sala di Studio e negli spazi comuni dell’Archivio l’utente deve rispettare le norme igienico-sanitarie e le misure di sicurezza indicate nella normativa, osservare il distanziamento fisico, provvedere alla frequente igienizzazione delle mani e adoperare i servizi igienici dedicati, mantenendo l’uso della mascherina. I guanti e le mascherine non più utilizzabili devono essere conferite nell’apposito contenitore a pedale posto all’ingresso.

  9. È escluso dalla consultazione il materiale bibliografico e non è disponibile, per il momento, la postazione informatica.

  10. È possibile la fotoriproduzione effettuata dai privati con mezzi propri senza scopo di lucro, previa compilazione dell’apposita modulistica, mentre è sospeso il servizio di fotocopie per uso studio dei pezzi consultati con i mezzi dell’ufficio.

     

     

                                                                                                                      Il Direttore

                                                                                                                       Dott.ssa Grazia Pistone


COMUNICAZIONE ALL' UTENZA - RIAPERTURA LUOGHI DELLA CULTURA

Allo scopo di applicare i prescritti Protocolli per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del COVID-19, l’Archivio di Stato di Enna sta predisponendo tutte le misure necessarie per la riapertura al pubblico in piena sicurezza e a garanzia della salute del personale e degli utenti.

La data di riapertura della Sala di Studio e le modalità di prenotazione, accesso e consultazione saranno comunicate tempestivamente attraverso il sito istituzionale e la pagina Facebook.

Resta sempre attivo il servizio di ricerca per corrispondenza attraverso l’email istituzionale:

as-en@beniculturali.it



PROROGA CHIUSURA SALA STUDIO

In ottemperanza al DPCM 26 aprile 2020, si comunica che la sala di studio di questo Istituto resterà chiusa al pubblico fino al 17 maggio 2020


PROROGA SCADENZA BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A PROGETTI PER INTERVENTI SU ARCHIVI DEI MOVIMENTI POLITICI E DEGLI ORGANISMI DI RAPPRESENTANZA DEI LAVORATORI (art. 1, comma 342 Legge 27 dicembre 2017, n. 205)

Decreto Proroga

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A PROGETTI PER INTERVENTI SU ARCHIVI DEI MOVIMENTI POLITICI E DEGLI ORGANISMI DI RAPPRESENTANZA DEI LAVORATORI (art. 1, comma 342 Legge 27 dicembre 2017, n. 205)

PUBBLICATO IL BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A PROGETTI PER INTERVENTI SU ARCHIVI DEI MOVIMENTI POLITICI E DEGLI ORGANISMI DI RAPPRESENTANZA DEI LAVORATORI (art. 1, comma 342 Legge 27 dicembre 2017, n. 205)

Si pubblica il Decreto direttoriale 9 aprile 2020 n. 141, recante criteri e modalità per la concessione di contributi a progetti riguardanti interventi da effettuarsi su archivi dei movimenti politici e degli organismi di rappresentanza dei lavoratori o di loro esponenti.Le domande di contributo possono essere presentate da istituzioni culturali di natura pubblica o privata e da associazioni pubbliche o private senza scopo di lucro operanti in ambito nazionale.Il termine per la presentazione della domanda è il 4 maggio 2020.Le domande dovranno essere presentate esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo mbac-dg-a.servizio2@mailcert.beniculturali.it con le modalità previste dal bando.Si rende disponibile il modello per la presentazione della domanda.Le informazioni in merito alla procedura possono essere richieste all’indirizzo:

dg-a.servizio2@beniculturali.it

BANDO                                         ALLEGATO BANDO

 


COMUNICAZIONE CHIUSURA SALA STUDIO

In ottemperanza al DPCM 8 marzo 2020, Art.2,lettera D, si comunica che la sala di studio di questo Istituto è chiusa al pubblico fino al 3 aprile 2020

SOSPENSIONE MOMENTANEA CONSULTAZIONE FONDI

Perdurando le operazioni di riordino e spostamento archivistico dei volumi, la sospensione della consultazione e le ricerche sul fondo dello Stato Civile, disposta per i mesi di agosto e settembre 2019 è prorogata a tutto il mese di ottobre c.a.

pdf


SOSPENSIONE MOMENTANEA CONSULTAZIONE FONDI

Perdurando le operazioni di riordino e spostamento archivistico dei volumi, la sospensione della consultazione e le ricerche sul fondo dello Stato Civile, disposta per il mese di agosto 2019 è prorogata a tutto il mese di settembre.

pdf


SOSPENSIONE MOMENTANEA CONSULTAZIONE FONDI

Si avvisano i Sig.ri Studiosi che, a causa di riordini interni dei fondi archivistici, sono momentaneamente sospese per tutto il mese di agosto 2019, la consultazione e le ricerche sullo "Stato Civile".


CHIUSURA PER DISINFESTAZIONE IL 2 E IL 16 AGOSTO.

Si avvisano i Sig.ri Studiosi che, la Sala di Studio rimarrà chiusa per disinfestazione nei giorni 2 e 16 agosto 2019, giusta autorizzazione ministeriale del 11/7/2019 n. 12926.


Regolamentazione servizi di Sala dal 9 al 12 luglio:

Si avvisano i Sig.ri Studiosi che, per consentire la partecipazione del personale alle giornate formative sul nuovo sistema documentale, dal 9 al 12 luglio p.v., la Sala di Studio rimarrà chiusa al pubblico nelle ore antimeridiane. Nei giorni 9 e 11 luglio la Sala sarà aperta al pubblico nelle ore pomeridiane dalle 15.00 alle 17.00 previo appuntamento da richiedere almeno un giorno prima.

pdf

Regolamentazione servizi di Sala mese di Aprile 2019.

Si avvisano i Sig.ri Studiosi che dal 15 al 30 aprile  la Sala di Studio sarà aperta al pubblico con i consueti orari di apertura previo appuntamento da richiedere almeno un giorno prima  o telefonando allo 0935/37347 o per mail alla casella di posta istituzionale as-en@beniculturali.it, e comunicando contestualmente il materiale archivistico che si intende consultare.Nello stesso periodo i servizi di sala subiranno le seguenti modifiche:Sospensione del prelievo del materiale archivistico nella stessa giornata;Consultazione dei documenti in “deposito”; Apertura antimeridiana nella giornata del 30 aprile.La prenotazione  è  comunque sempre  consigliata a causa della carenza di personale. pdf

 

Regolamento servizi di Sala Studio mese di Dicembre 2018 (Leggi la news) pdf

In ottemperanza al nuovo Regolamento UE 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali (GDPR) in vigore dal 25 maggio 2018, si comunica che L’Archivio di Sato di Enna,conserva in modo sicuro i dati dei propri utenti, forniti in occasione dell’ammissione alla sala di studio o in occasione di incontri e di corrispondenza con la nostra struttura.Tali dati non verranno in nessun caso ceduti o condivisi con terze parti.
L’utenza ha il diritto di chiederne, a questo Archivio di Stato, la rettifica oppure la cancellazione del proprio indirizzo mail dal nostro database, qualora non fosse più interessata a ricevere comunicazioni in merito alle attività istituzionali inviando una mail, con oggetto “Cancellami”, all’indirizzo:         as-en@beniculturali.it
In assenza di questa comunicazione, si considera espressa la volontà di rimanere in contatto con questo Istituto acconsentendo a ricevere notizie sulle attività dell'Istituto.   
Estratto Reg.UE 679


Si avvisano i sigg.ri studiosi che, a causa della carenza di personale, per i servizi di Sala è consigliata prenotazione e appuntamento telefonico al n. 0935/37347 con il personale addetto.

Si informano i Gentili Fornitori che a seguito dell'approvazione della Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge Stabilità 2015), a partire dal 1° gennaio 2015 è entrata in vigore una nuova modalità di pagamento da applicarsi alle forniture di beni e servizi effettuate nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni (c.d. split payment o “scissione dei pagamenti”). Il comma 629 stabilisce che le Pubbliche Amministrazioni acquirenti di beni e servizi, devono versare direttamente all'erario l'imposta sul valore aggiunto che è stata addebitata loro dai fornitori. Pertanto per le operazioni fatturate dal 1° gennaio 2015: a) il Fornitore dovrà continuare ad emettere regolare fattura con addebito di IVA, con l’annotazione “scissione dei pagamenti”;b) la P.A.  pagherà al fornitore soltanto l'imponibile e verserà l'IVA direttamente all'Erario secondo le modalità stabilite con un emanando Decreto. Gli unici casi di esclusione riguarderanno: • le prestazioni di servizio soggette a ritenuta alla fonte a titolo di imposta sul reddito (es. prestazioni dei professionisti) • le prestazioni soggette al reverse charge.

Si avvisa  che in attuazione del Decreto MEF 3 aprile 2013,n. 55 " Regolamento in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della fattura elettronica da applicarsi alle PP.AA.,ai sensi dell'art.1, co.209/2016, della L.24/12/2007,n.244" il codice univoco IPA di questo Istituto è L6PLP2. Tale codice sarà permanentemente disponibile nell'indirizzo in calce alla presente pagina.

 fb

34- notaio M. Barone

News

28/05/2018

Aggiornamento politica privacy - Regolamento UE 2016/679

Trattamento e protezione dei dati personali (GDPR) in vigore dal 28/05/2018.Leggi

29/08/2017

Art. 108 co 3 e 3 bis D.L.vo 42/2004, a seguito entrata in vigore L. 124/2017

Riproduzione fotografica con mezzi propri Leggi

29/03/2016

Sospensione servizio di ricerche genealogiche per corrispondenza

Sospensione servizio di ricerche genealogiche per corrispondenzaLeggi

15/02/2016

Nuovo orario di apertura al pubblico

Nuovo orario di apertura al pubblicoLeggi

04/01/2016

Comunicazione di servizio

Prenotazione servizi di SalaLeggi